Partono i controlli biometrici, Giulia Bongiorno: “Contro i furbetti del cartellino rileveremo le presenze con le impronte digitali”

Partono i controlli biometrici, Giulia Bongiorno: “Contro i furbetti del cartellino rileveremo le presenze con le impronte digitali”

13 settembre 2018 0 Di redazione

Il ministro della Pubblica amministrazione ha annunciato: “Via libera alle assunzioni per un ricambio generazionale”

I ‘furbetti del cartellino’ potranno essere scoperti grazie alla rilevazione delle impronte digitali di chi effettivamente entra a lavoro. Lo ha annunciato il ministro per la Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi. “Abbiamo approvato la rilevazione biometrica delle presenze – ha spiegato il ministro – non è una misura punitiva, ma un modo per tutelare i dipendenti che lavorano, quelli che non sono fannulloni”. Grazie a questo provvedimento, ha continuato, “si identifica chi entra al lavoro”.

Non solo misure contro i ‘furbetti del cartellino’: nel presentare il cosiddetto decreto Concretezza il ministro ha annunciato anche la costituzione di un ‘nucleo concretezza’, un team di tutor che avranno la caratteristica “di andare presso le pubbliche amministrazioni per aiutarle, dando vari suggerimenti. Si cerca di aiutarle ma nell’ipotesi restino inerti ci saranno azioni correttive e della responsabilità dirigenziale in caso di non ottemperanza con la pubblicazione delle amministrazioni che restano inadempienti”.

Il ministro ha poi annunciato lo sblocco del turnover: ci sarà il via libera alle assunzioni per un “numero pari all’80% di quelle previste e poi verranno fatte verifiche puntuali. Questo consentirà di avere nell’immediatezza un ricambio generazionale ma saranno assunzioni mirate”. huffingtonpost.it