Stop agli avvocati gratis ai profughi Svolta Salvini: stretta sui ricorsi

Stop agli avvocati gratis ai profughi Svolta Salvini: stretta sui ricorsi

13 settembre 2018 0 Di redazione

Decreto immigrazione, la novità introdotta da Salvini: addio all’assistenza legale gratuita per i profughi

“Bisogna fermare il business degli avvocati d’ufficio che fanno i milioni sulla pelle degli immigrati”. Il ministro Salvini lo ha annunciato più volte e ora, tra le novità dell’imminente decreto immigrazione, c’è anche la lotta ai ricorsi dei richiedenti asilo che si sono visti respingere la richiesta. L’obiettivo è ridurre, se non di annullare, i ricorsi in Cassazione da parte dei richiedenti asilo. Per Salvini, infatti, intasano i tribunali pesando sui contribuenti e arricchendo gli avvocati delle Ong e delle Coop. Così, come Voxnews, nel decreto il ministro ha inserito l’eliminazione della reiterazione delle impugnazioni. Il patrocinio gratuito garantito in questi casi ai migranti arricchisce “la lobby degli avvocati d’ufficio”. Oltre a intasare le aule dei Tribunali e pesare sui contribuenti. Non solo. Per Salvini, per scoraggiare il fenomeno dei ricorsi e diminuire i costi per i contribuenti, occorre eliminare la possibilità di reiterare l’impugnazione del provvedimento, nel momento in cui il migrante (che nel frattempo rimane in Italia) ha completato il percorso per la prima volta. Quindi nel decreto migranti sarà incluso l’addio all’assistenza legale gratuita per loro: se se li devono pagare, smetteranno di fare ricorsi.

In particolare “si allinea la disciplina prevista per il processo civile a quella già in vigore per il processo penale escludendo che il difensore della parte ammessa al gratuito patrocinio abbia diritto all’anticipazione di spese ed onorari a carico dell’erario quando l’impugnazione è dichiarata improcedibile o inammissibile”. affaritaliani.it