Salvini crocifisso e i traditori della patria a piede libero

Salvini crocifisso e i traditori della patria a piede libero

15 settembre 2018 0 Di redazione

Salvini, i traditori della patria, l’infelice uscita di Moscovici unitamente all’ira del ministro lussemburghese a Vienna

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno permesso con il loro scellerato modo di governare il diffondersi in Italia di: stupri, violenze di gruppo, spaccio di droga, cannibalismo, sbranamento, associazione di stampo mafioso e aggressioni volontarie e perpetue nei confronti di “personale” pubblico e privato, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!  

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno permesso con il loro scellerato modo di governare il diffondersi in Italia di: febbre del Nilo, scabbia, vaiolo, tubercolosi, malaria, epatite b, Hiv ed altre contagiose malattie virali (ormai debellate) e messo a serio rischio la salute e l’incolumità dei nostri amati confratelli, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno permesso con il loro scellerato modo di governare il diffondersi in Italia di: foraggiamento del redditizio business degli scafisti, caporalato, riempimento casse delle cooperative, sfruttamento dei lavoratori, manodopera al nero e riduzione dei posti di lavoro (per gli italiani) in ogni settore a partire dall’agricoltura, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno permesso con il loro scellerato modo di governare la svendita di quasi tutte le principali aziende (considerate nostre eccellenze) alle grandi multinazionali “straniere”, soprattutto (guarda caso) FRANCESI, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno permesso con il loro scellerato modo di governare un’infame rapina ai danni dei correntisti da parte delle banche toscane (Etruria e MPS) per poi risanarle con i miliardi dello Stato, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno permesso con il loro scellerato modo di governare la chiusura di numerosissime attività dislocate in ogni area con conseguente immane danno al Made in Italy, aumento esponenziale di suicidi, disperazione, povertà e numero incalcolabile di immobili all’asta, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno permesso per 6 anni con il loro scellerato modo di governare la devastante e incontrollata invasione di massa con il reale pericolo di perdita dell’autonomia nazionale, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno sbattuto all’agghiaccio intere famiglie italiane (senza alzare un dito) per dar spazio ed “accoglienza” a migliaia di migranti sprovvisti di qualsiasi documento d’identità, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!

Donne e uomini delle istituzioni, votati dal popolo, che hanno permesso per 6 anni con il loro scellerato modo di governare la schiavizzazione di un’intera comunità da parte dei burocrati di Bruxelles, degli arroganti commissari e delle cancellerie europee senza tutelare il cittadino inerme, sono da ritenersi, a tutti gli effetti, TRADITORI DELLA PATRIA!

E, mentre i traditori – nono cerchio, canto trentaduesimo dell’inferno (il peggiore!!!) – girano impuniti e indisturbati inneggiando ad un fantomatico ed inesistente odio razziale, solamente per nascondere le loro vergognose malefatte, il titolare del Viminale Matteo Salvini è paradossalmente sotto accusa per aver difeso la SICUREZZA NAZIONALE, i confini siciliani ed aver chiesto la sacrosanta suddivisione dei “preziosissimi ospiti” ai menefreghisti stati dell’Unione.

Prerogativa che è nelle facoltà di un ministro della Repubblica italiana considerando oltretutto che per sicurezza nazionale si intende il complesso di azioni politiche di uno stato tese a garantire la sovranità, l’integrità, la sicurezza e l’interesse nazionale. Per aver fatto il proprio dovere (ovvero il bene del nostro Paese) il Ministro è oggi crocifisso! Sulla Diciotti vi erano 4 criminali e decine di malati gravi. La “protezione” territoriale e sanitaria doveva essere salvaguardata a tutti i costi.

Tuttavia, curiosamente, ogni volta che governa un partito che non è di quella tendenza politica, chissà come mai, interviene sempre la magistratura. In questo caso ad essa si è aggiunta: la stampa di regime, pezzi “deviati” dell’Europa, i socialisti dell’Onu, i “sinistri” incalliti, i media settari e gran parte dei poteri forti interni ed esteri!

Tant’è che, dall’infelice uscita di Moscovici unitamente all’ira del ministro lussemburghese a Vienna e agli ulteriori capi d’imputazione sulla “questione” Agrigento, si denota e si respira un nervosismo latente che sta imperversando nei palazzi dell’antidemocrazia.

E…la volontà del popolo va letteralmente a farsi benedire, fin quando però, a maggio, per il rinnovo del parlamento UE, qualcuno, come disse la merla al tordo, sentirà un bel botto se non è sordo.  

ALZATI ITALIA!    

di Mirko Crocoli

affaritaliani.it