«Innovation Act»: la nuova legge di Di Maio che renderà l’Italia tecnologica

«Innovation Act»: la nuova legge di Di Maio che renderà l’Italia tecnologica

8 novembre 2018 0 Di redazione

«Il nostro obiettivo è fare dell’Italia una Smart nation – ha annunciato il ministro del Lavoro – Adesso è il momento di realizzare le infrastrutture digitali»

L’economia sta cambiando e sta divenendo sempre più digitale e con lei anche le opportunità di lavoro. Lo ha detto il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, intervenendo alla cerimonia dei nuovi venticinque cavalieri del lavoro al Quirinale. Per tale motivo, ha spiegato il ministro «adesso è il momento di realizzare le infrastrutture digitali» e accompagnare un processo di sviluppo verso il settore dei servizi nei nuovi comparti, dall’intelligenza artificiale alle nuove tecnologie informatiche. «Queste misure – ha spiegato il vicepremier – saranno alla base di quello che abbiamo chiamato ‘Innovation act’. Il nostro obiettivo è fare dell’Italia una Smart nation».

Le ragioni del reddito di cittadinanza
«Voglio ribadirlo anche qui – ha aggiunto il leader del Movimento 5 stelle – Il reddito di cittadinanza è finalizzato al lavoro, ma se per alcuni è una gioia, come ricordava Olivetti per altri è un tormento. Un tormento non averlo, un tormento cercarlo, un tormento farne uno percepito come inutile o peggio ancora, aggiungo io, sottopagato, non tutelato, senza dignità. Il reddito di cittadinanza serve non per sostituirsi al lavoro, ma per lenire questo tormento. Ti aiuta quando non ce l’hai con un sostegno economico per continuare a poter mantenere te stesso e la tua famiglia. Ti aiuta a cercarlo con la rivoluzione dei centri per l’impiego per la quale è stato stanziato un miliardo di euro. Ti aiuta a farne uno utile che ti soddisfi, intervenendo nel percorso della formazione. Il reddito di cittadinanza è il lavoro senza tormento, senza l’ansia, senza il ricatto. È il lavoro con la dignità».

L’omaggio ai Cavalieri del lavoro
«Quello che ricevete oggi – ha proseguito il ministro Di Maio – è un riconoscimento importante. Uomini e donne che hanno fatto la storia della nostra nazione sono stati come voi oggi ‘Cavalieri del lavoro’ e in questo giorno speciale vorrei ricordare loro, il cui pensiero ancora oggi per me è fonte di ispirazione quotidiana. Vorrei citarne le frasi che sono straordinarie per la loro incredibile attualità e che possono essere una bussola per orientarci in questo periodo di rivoluzione del mondo dell’impresa e del lavoro. Sia a noi come governo, sia a voi come imprenditori»diariodelweb.it