Matteo Salvini, sicurezza e prescrizione: “Sciacalli”, poi la frase su Alessandro Di Battista

Matteo Salvini, sicurezza e prescrizione: “Sciacalli”, poi la frase su Alessandro Di Battista

8 novembre 2018 0 Di redazione

“Gli sciacalli che vogliono affossare il governo dovranno rassegnarsi”. Nelle ore successive all’approvazione del Dl sicurezza si sprecano i retroscena su Matteo Salvini. E nella partita che ora si apre sulla prescrizione, l’emendamento del M5sal Dl Spazza-corrotti che la Lega ritiene ancora “invotabile”, entra in gioco anche Alessandro Di Battista, l’anima rossa dei grillini.

“Vedremo se la Lega sta con Arcore o con l’Italia”, dice il pasionario dal Sud America, che si prepara a tornare in Italia tra 2 mesi per lanciare la sfida alla Lega (e a Luigi Di Maio) per le europee e, perché no, le prossime (imminenti?) elezioni politiche. La replica del leader leghista è gelida: “Di Battista sta lontano. La fiducia al mio decreto l’ha votata il M5S, non Forza Italia”. Un modo per marcare la sua vicinanza a Di Maio nel momento peggiore dell’alleanza di governo da 5 mesi a questa parte, ma parole che per paradosso rischiano di mettere ancora più in difficoltà il grillino. liberoquotidiano.it