Giuseppe Sala a Di Maio: “Le chiusure dei negozi le faccia ad Avellino ma non rompa le pa*** a noi”

Giuseppe Sala a Di Maio: “Le chiusure dei negozi le faccia ad Avellino ma non rompa le pa*** a noi”

10 novembre 2018 0 Di redazione

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala non è tipo da grandi slanci, neppure verbali. Ed è uno che ai tanti elettori o simpatizzanti di centrodestra del capoluogo lombardo piace poco, forse addirittura meno del suo predecessore giuliano Pisapia. Ma quel che il primo cittadino ha detto oggi a un convegno pubblico davanti a centinaia di persone, non potrà che provocare un gran godimento persino ai leghisti più integralisti.

Nel corso del suo intervento a “Elle acrive!” alla Bicocca, a Sala è stato chiesto che cosa pensasse delle chiusure domenicali dei negozi volute dalla parte grillina del governo: “Le trovo una follia” ha replicato il primo cittadino milanese. Ha poi aggiunto: “Se le vogliono fare (le chiusure domenicali, ndr) in provincia di Avellino, le facciano pure, ma a Milano è contro il senso comune. Pensassero alle grandi questioni politiche, nona rompere le palle (sì, ha detto proprio “palle”, ndr) a noi che abbiamo un modello che funziona e 9 milioni di turisti”.

Immediata la replica di Di Maio, che definisce Sala “sindaco fighetto del Pd“. Ma il primo cittadino milanese non si fa insultare: Quando il Ministro Di Maio avrà lavorato nella sua vita il 10% di quanto ho fatto io, sarà più titolato a definirmi fighetto. Non ho altro da aggiungere”. www.liberoquotidiano.it