Solidarietà al sindaco di Avellino e alla sua Amministrazione

Solidarietà al sindaco di Avellino e alla sua Amministrazione

12 novembre 2018 0 Di redazione

Da deputato della Repubblica Italiana e da Amministratore locale, voglio porgere la mia solidarietà al Sindaco di Avellino Vincenzo Ciampi, alla sua amministrazione e a tutti gli avellinesi per l’infelice battuta del Sindaco di Milano Beppe Sala sulla proposta di legge riguardante i centri commerciali, citando in maniera svilente e sprezzante la bella città Irpina.
Se a fare questa battuta infelice fosse stato un Sindaco della Lega probabilmente i media si sarebbero scatenati, invece evidentemente al Sindaco di Milano, esponente del Partito Democratico tutto è concesso.

Paolo Tiramani
Deputato Lega Salvini Premier
Sindaco di Borgosesia

Aggiunge Armando Manocchia: nulla in contrario alla libertà di scelta riguardo all’apertura domenicale di super-ipermercati, outlet e centri commerciali, ma trovo assolutamente infelice la  risposta del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, al vice premier Di Maio – nonché maleducata, sprezzante e soprattutto ‘razzista’.

Milano, che un tempo era capitale della capitale della moda, dell’eleganza, della cultura, dell’economia – grazie a Sala e altri suoi colleghi Pd – è ora ridotta a città di degrado e covo di clandestini, eppure il sindaco si è permesso di apostrofare di Maio con queste parole: Se le vogliono fare le aperture domenicali in provincia di Avellino le facciano, ma a Milano è contro il senso comune. Pensassero alle grandi questioni politiche, non a rompere le palle a noi che abbiamo un modello che funziona e 9 milioni di turisti”.

Sarò un disco rotto, ma questi globalisti antitaliani, una volta paladini dei lavoratori, ora difensori del capitale e dei capitalisti, si definiscono sì antifascisti e antirazzisti, ma sono più fascisti dei fascisti e più razzisti dei razzisti. imolaoggi.it