M5S crolla nei sondaggi. La Lega avanza al Centro e al Sud

M5S crolla nei sondaggi. La Lega avanza al Centro e al Sud

17 novembre 2018 0 Di redazione

L’ultimo sondaggio Swg realizato per macro-aree mostra che i pentastellati stanno perdendo il Sud, sotto il 20%, e perdono consensi anche al Centro e nel Nord. Mentre la Lega avanza in tutta Italia

Ora nel Movimento 5 Stelle è scattato l’allarme generale. Un sondaggio realizzato da Swg mostra un crollo vertiginoso del partito in tutto il Nord Italia.

Secondo l’inchiesta, al Nord il M5S è sceso per la prima volta sotto il 20%, attestandosi al 19,3%. Una caduta di 7 punti percentuali rispetto alle elezioni di marzo. E che dimostra come i pentastellati si stiano sempre più distaccando dal tessuto economico e sociale del settentrione italiano. Un problema che, come riporta Il Messaggero, è stato già segnalato più volte dal sottosegretario Stefano Buffagni, preoccupati dal disinteresse grillino per le imprese.

Oggi il vicepremier è Luigi Di Maio è atteso a Milano, al Museo della Scienza e Tecnologia, poi nel Varesotto per visitare gli stabilimenti Leonardo Divisione Elicotteri. E non è eslcuso anche un vertice con Davide Casaleggio su questo problema della perdita di consensi nel Nord.

Una perdita di consensi che, viceversa, non sembra accusare la Lega. Ed è proprio questo che terrorizza l’alleato di governo. Perché mentre il Nord abbandona sempre più i grillini, il Sud abbraccia sempre con maggior forza la Lega. E questa doppia tenaglia è un rischio che i vertici pentastellati stanno valutando molto attentamente. Come scrive Il Messaggero, “l’ultimo sondaggio Swg proietta, forse in maniera un po’ generosa, il Carroccio dal 27% dello scorso marzo al 40. In questa morsa c’è il nuovo fronte del Sud a fare da contraltare. L’affondo sui termovalorizzatori da parte di Matteo Salvini è stato visto da Di Maio – al di là della dialettica accesa a suon di ‘ceppe’ – come un’invasione di campo. “Un dito in un occhio”. Non a caso ieri i pentastellati hanno fatto girare nei loro circuiti social i cartelloni ‘Diciamogli no’ contro gli inceneritori che la Lega fece affiggere nel novembre 2016“.

La questione meridionale preoccupa. Il Movimento 5 Stelle, che nel Sud ha il suo più ricco bacino di consensi. Swg mostra che il consenso resta altissimo, si parla del 40%, ma la Lega è intorno al 20. E visto da dove partiva, la possibilità che il Carroccio conquisti il Sud a discapito dei pentastellati è molto meno remota di quanto si possa credere .

Stessa situazione anche al Centro. Il sondaggio Swg mostra che il M5S perde 7 punti (dal 36,7% al 29,1) mentre la Lega tocca quota 29,3%, con un aumento di quasi 10 punti percentuali. E c’è chi pensa già a un rimpasto di governo in quota cinque stelle. Si dice che Danilo Toninelli, Giulia Grillo e Alberto Bonisoli potrebbero essere silurati. “Ma un rimpasto adesso sarebbe un’ulteriore ammissione di debolezza“, è il ragionamento che aleggia nelle alte sfere del M5S. ilgiornale.it