Matteo Salvini, parla il tedesco Bjorn Hocke: “Per me il leader della Lega è un esempio, capisco l’Italia. E Berlino…”

Matteo Salvini, parla il tedesco Bjorn Hocke: “Per me il leader della Lega è un esempio, capisco l’Italia. E Berlino…”

8 dicembre 2018 0 Di redazione

C’è un tedesco a Berlino… no, per la verità sta nella regione della Turingia, dove è capogruppo di Alternative Fur Deutschland (Afd), il partito sovranista che in Germania è anche il primo partito d’opposizione al Bundestag, con il 12,6% delle preferenze raccolte alle elezioni politiche del 2017. Si chiama Bjorn Hocke e è considerato uno dei dirigenti più in vista del partito guidato da Alice Weidel. In una intervista all’Huffingtonpost, Hocke svela la sua totale ammirazione per il leader della Lega Matteo Salvini, forse l’unico o uno dei pochi dirigenti politici tedeschi a schierarsi in modo aperto con il vicepremier e con l’Italia, dato che la stessa Alice Weidel ha espresso più volte critiche se non contro Salvini, contro il nostro Paese.

“Salvini per me è un esempio e penso che l’attacco nei suoi confronti e verso il Governo italiano sia stato un errore. Ritengo infatti sia necessaria una riforma strutturale dell’intero sistema capitalista. Dal punto di vista economico non è infatti sostenibile alcuna crescita in questa direzione” dice Hocke. “Sono decenni che in Germania la crescita della produttività non corrisponde alla redistribuzione equa della ricchezza, bensì all’abbassamento salariale e pensionistico e al tragico sviluppo della povertà tra gli anziani. Di questo passo nel 2035 il 50% dei pensionati della Germania avranno una pensione di meno di mille euro lordi al mese. Per questo capisco l’Italia quando critica la politica economica tedesca”. liberoquotidiano.it