“Non si può morire a 15 anni” Matteo Salvini sulla strage in discoteca: “Troveremo i responsabili”

“Non si può morire a 15 anni” Matteo Salvini sulla strage in discoteca: “Troveremo i responsabili”

8 dicembre 2018 0 Di redazione

È l’età giovanissima delle vittime della strage in discoteca ad Ancona a rendere la tragedia se possibile ancor più drammatica. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato incredulo quel che è accaduto questa notte durante il concerto di Sfera Ebbasta nel locale marchigiano: “Non si può morire a quindici anni – ha scritto il ministro dell’Interno su Facebook – un pensiero e una preghiera per i sei morti di stanotte nelle Marche, e una speranza per i tredici feriti gravi ancora ricoverati”.

Mentre le indagini proseguono per chiarire cosa abbia scatenato l’inferno nella discoteca Lanterna azzurra, una delle ipotesi più accreditate è che la folla abbia cominciato ad accalcarsi dopo che qualcuno ha usato uno spray urticante. Altra ipotesi ancora al vaglio della polizia è che il locale fosse stato riempito più del limite consentito. Salvini su questo annuncia un impegno: “Trovare i responsabili di queste sei vite spezzate, chi per cattiveria, stupidità o avidità ha trasformato una serata di festa in una tragedia”. liberoquotidiano.it

Ancona, la strage dei ragazzi al concerto di Sfera Ebbasta; il momento in cui cede il parapetto

video pubblicato sul sito cronacheancona.it